Ultima modifica: 17 marzo 2017
Home > Genitori > Festa del papà

Festa del papà

Preparazione del dono ai papà alla scuola “Segantini”

Lea, il personaggio che sta accompagnando gli alunni della classe prima della Scuola “Segantini” nel loro percorso di apprendimento della matematica, ha portato in dono bellissime conchiglie raccolte assieme al suo papà.

Subito i bambini hanno pensato di usarle, oltre che per contare, per fare un dono al proprio papà in occasione della festa del 19 marzo.

Hanno cercato di pensare al significato di quel regalo: perché proprio la conchiglia ?

Sono stati bravissimi a darsi delle risposte:

  • Dentro  la  conchiglia  c’è  una  perla  che  vale  tanto,  come  papà.  (…)
  • Le  conchiglie  custodiscono  il  mollusco.  E’  molto  importante  quello  che  fanno le  conchiglie,  come  il  papà.  (…)
  • Se  apro  la  conchiglia  trovo  una  perla  che  brilla, come  papà.  (…)
  • La  conchiglia  protegge  la  perla  perché  è  preziosa.  Regalare  una  conchiglia  al  papà  vuol  dire  proteggere  il  papà  che  è  prezioso.  (…)
  • La  conchiglia  mi  ricorda  il  mare,  un  momento  bello  vissuto  con  papà  a  giocare  sulla  spiaggia.  (…)
  • La  perla  vale  come  mio  papà.  (…)
  • La  conchiglia  è  un dono  del  mare,  voglio  donare  un  mare  di  cose  belle  a  mio  papà.  (…)
  • La  conchiglia  ha  la  forma  di  un  cuore.  Un  cuore  che  mi  vuole  bene  come  quello  di  papà.  (…)
  • La  conchiglia  è  naturale,  semplice,  bella  proprio  come  mio  papà.  (…)
  • La  conchiglia  protegge  il  mollusco  che  ha  dentro,  come  mio  papà  protegge  me.  (…)
  • La  conchiglia  è  dura,  forte  come  mio  papà.  (…)
  • Il  papà  è  il  mio  protettore,  come  la  conchiglia.  E’  lui  il  mio  allarme  in  caso  di  pericolo.  (…)
  • Le  onde  hanno  portato  la  conchiglia  sulla  riva,  come  fa  papà  quando  mi  abbraccia.  (…)
  • La  conchiglia  protegge  la  perla,  preziosa  come  papà.  (…)
  • La  conchiglia  è  come  il  papà  che  custodisce  la  perla  che  sono  io.  (…)

Con l’aiuto della signora Augusta Colombo, nonna di Stella, i bambini hanno trasformato la conchiglia in un dono personale per il loro papà.

Link vai su

I cookies ci aiutano a migliorare il sito. Questo sito utilizza cookies tecnici ed analitici ed utilizzandolo accetti i cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi